Cosa devi verificare prima di un acquisto immobiliare?

L’acquisto di una casa spesso rappresenta la realizzazione del sogno di una vita.

Se stai per raggiungere questo importante obiettivo, ecco quali sono le verifiche preliminari da non trascurare per il successo della tua compravendita.

1.Accertare il proprietario.

Quando trovi la casa che sembra rispecchiare esattamente quello che stavi cercando, il primo controllo che devi effettuare è quello sul proprietario.

Infatti è importante accertare che quello che hai conosciuto nel corso della trattativa sia effettivamente l’unico proprietario dell’immobile dal punto di vista giuridico; puoi farlo tramite l’atto di provenienza in forza del quale il venditore ha titolo a vendere l’immobile.

In questo documento vengono precisate anche la natura (piena proprietà, nuda proprietà, usufrutto), il regime (comunione o separazione) e la quota (esclusiva o condivisa) della proprietà.

2.Vincoli.

Prima di esporti facendo una proposta d’acquisto per l’immobile che ti interessa, controlla se sul bene gravano trascrizioni, ipoteche o privilegi fiscali che non sono state evidenziate dal venditore.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione di ogni cittadino alcuni strumenti pratici per conoscere la situazione di un immobile: effettuando un’ispezione ipotecaria è possibile visionare i dati riguardanti le tipologie di “formalità” (ovvero la presenza sul bene di ipoteche o pendenze, anche giudiziarie) presenti nei Registri immobiliari.

Le ispezioni ipotecarie possono essere richieste presso gli sportelli degli uffici provinciali del territorio, oppure online sul sito internet dell’Agenzia.

3.La regolarità urbanistica e catastale.

Un’altra verifica indispensabile è quella relativa alla presenza di vizi occulti e difformità, più o meno gravi, che incidono sulla conformità urbanistica, o regolarità edilizia.

Attraverso la planimetria catastale avrai la possibilità di verificare se quanto è depositato in Catasto è aggiornato e corrisponde allo stato dei luoghi ed eviterai sorprese in futuro.

Inoltre, attraverso una visura catastale storica potrai controllare se risultano depositate in Catasto le pratiche, eventuali, di ampliamento o frazionamento di cui ti ha parlato il venditore.

4.APE e impianti.

Il Decreto Ministeriale n.37 del 2008 ha stabilito per alcuni tipi di impianti l’obbligo del rilascio di una dichiarazione di conformità da parte della ditta installatrice.

Questo documento ha lo scopo di attestare che gli impianti sono stati costruiti ed installati rispettando le normative previste e che sono state adottate tutte le necessarie misure di sicurezza.

Per gli impianti installati prima dell’entrata in vigore della legge è prevista una dichiarazione di rispondenza.

Un altro documento indispensabile per la compravendita è l’attestato di prestazione energetica (APE), che informa sul grado di efficienza dell’edificio e gli attribuisce una classe energetica.

Questo ti permetterà di conoscere in anticipo i consumi di quella che potrebbe diventare la tua futura casa, perciò è sicuramente un elemento utile per valutare la convenienza dell’acquisto.

5.Il prezzo è adeguato?

La richiesta economica del venditore è adeguata al tuo budget… ma sarà davvero il prezzo giusto? Devi verificare che il prezzo di vendita sia adatto alle condizioni dell’immobile e in linea col mercato di zona.

La stima dell’agente immobiliare ti potrà dare importanti conferme ed aiutare nella decisione.

Un professionista che conosce i reali valori di mercato saprà giudicare i fattori che incidono sul prezzo e ti darà i giusti consigli.

La sua consulenza ti garantirà un’assistenza specializzata durante le varie fasi della trattativa e ti permetterà di avere tutte le informazioni e la documentazione relativa all’immobile, così da poter effettuare le dovute verifiche e acquistare la tua casa in completa sicurezza.

Per la tua nuova abitazione nella zona di Massa, contatta l’Agenzia Immobiliare Ceccarelli.

A presto!