Cos’è la proposta d’acquisto immobiliare condizionata al mutuo?

Spesso l’acquisto di un immobile è legato alla necessità di accendere un mutuo. Cos’è la proposta d’acquisto immobiliare condizionata al mutuo? Ecco quando e come applicare questa condizione sospensiva.

La proposta di acquisto immobiliare è un atto scritto in cui la parte acquirente esprime la volontà ad acquistare un immobile determinando le sue condizioni e a cui, generalmente, allega un assegno intestato al venditore a titolo di deposito. Nel caso in cui ci si avvalga dell’intermediazione di un agente immobiliare sarà lui a trattenere l’assegno a titolo fiduciario; se la proposta viene rifiutata, il mediatore restituirà nel più breve tempo possibile il titolo all’aspirante acquirente.

Se le condizioni proposte dal compratore vengono accettate dal venditore, la proposta cambia la sua natura e diventa un preliminare di compravendita, ovvero sorgono gli effetti obbligatori tra le parti.

La proposta d’acquisto è un atto vincolante: se non presenta alcuna condizione sospensiva, il compratore è obbligato a mantenere fede alla sua proposta e a procedere con l’acquisto dell’immobile.

Quando però il mutuo è l’unico modo per poter davvero acquistare (condizione molto frequente), è facile capire che una proposta di questo tipo costituisce un impegno pericoloso, dato che sottintende l’obbligo per il compratore di adempiere in ogni caso ad una spesa che non ha i mezzi per sostenere. Una simile soluzione è rischiosa anche per il venditore che, in caso di mancata compravendita, si troverà a dover intentare cause legali.

Ma per evitare tutto questo una soluzione c’è…

In base a quanto stabilito dall’art. 1353 del Codice Civile venditore e acquirente possono “subordinare l’efficacia o la risoluzione del contratto o di un singolo patto a un avvenimento futuro ed incerto”. Quindi nella proposta d’acquisto può essere inserita una condizione sospensiva relativa all’ottenimento del mutuo.

In questo modo l’obbligo di compravendita cadrà e la proposta non sarà valida se la banca non concederà il mutuo all’aspirante acquirente.

Come si effettua la proposta di acquisto immobiliare condizionata al mutuo?

La proposta di acquisto immobiliare condizionata al mutuo contiene la clausola sospensiva che indica l’ottenimento del mutuo da parte dell’acquirente come la condizione indispensabile alla realizzazione della compravendita. Per stabilire l’efficacia della clausola l’acquirente deve comunicare all’agente immobiliare entro una data concordata se il mutuo sia poi stato effettivamente concesso o meno. Una volta autorizzato il mutuo, il contratto può diventare effettivo.

Se entro tale data l’istituto di credito non ha ancora dato una risposta definitiva, l’acquirente deve contattare l’agente immobiliare e comunicare se intende chiedere al venditore una proroga dei termini della proposta di acquisto, oppure risolvere il contratto.

In ogni caso è comunque essenziale dare comunicazione al mediatore sia dell’ottenimento del mutuo, sia del rifiuto, sia del ritardo nella risposta, perché in caso di silenzio oltre il termine fissato nella proposta l’acquisto diventa obbligatorio.

È evidente che il supporto dell’agente immobiliare è fondamentale anche nella corretta stesura di una proposta d’acquisto che tuteli le parti coinvolte e nella gestione di tutte le procedure che compongono la compravendita di un immobile.

Per comprare o vendere casa nella zona di Massa con la sicurezza di avere un vero professionista al proprio fianco, contatta l’Agenzia Immobiliare Ceccarelli.

Ti aspettiamo per concludere insieme con successo il tuo affare immobiliare!

PS. Ecco per te altri post che potrebbero esserti utili se hai intenzione di comprare casa:

Come funziona il mutuo al 100% e chi può fare richiesta.

Leasing immobiliare 2018: cosa cambia rispetto al mutuo.

Agente immobiliare: è davvero indispensabile nella compravendita?

BUONA LETTURA!